UNA PROIEZIONE ALLA CAMERA DEDICATA AI TALENTI DEI DAVID:

IL CINEMA ITALIANO RIPARTE DAI GIOVANI AUTORI

 

Conclusa alla Camera la prima manifestazione dal vivo dedicata ai corti promossi dai Premi David e dalla Giornata Mondiale del Cinema Italiano. Lucia Borgonzoni e Nicola Acunzo premiano Piera Detassis per il contributo offerto allo sviluppo e la diffusione della cultura cinematografica.

Si è tenuto a palazzo Theodoli, a partire dalle ore 15 di mercoledì 23 febbraio, l’incontro con autori, membri del Parlamento e del Governo ed esponenti del comparto dell’audiovisivo per la promozione del cinema italiano. A seguire la proiezione delle dieci opere selezionate. Un’occasione per rilanciare il comparto cinematografico e il ritorno in sala dopo i lunghi mesi della pandemia.

“Questa iniziativa, che mi riempie di orgoglio, mette in luce il vostro talento e le vostre storie, raccontate con punti di vista molto originali. Noi siamo chiamati a fornirvi tutti gli strumenti possibili per accompagnarvi in questi progetti che rappresentano una “coccarda” sul petto, un motivo di soddisfazione per tutto il Paese e per noi che lo governiamo” – questa la dichiarazione del Sottosegretario di Stato per la Cultura Lucia Borgonzoni alla presenza dei giovani autori e membri delle troupe delle cinquine selezionate nella categoria “Miglior Cortometraggio” ai Premi David di Donatello 2020 e 2021.

Nella stessa direzione il messaggio del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Giuseppe Moles: “Voi, attori e registi, siete parte dell’orgoglio italiano e questa è una grande boccata d’ossigeno. Tutto ciò che è cultura deve essere sostenuto, aiutato e difeso perché è parte integrante dell’interesse nazionale. Mi auguro che iniziative come queste si svolgano sempre più in presenza.” 

A sottolineare il senso della giornata interviene il presidente dell’intergruppo parlamentare Cinema e Arti dello Spettacolo, Nicola Acunzo, che ha promosso l’iniziativa: “Vogliamo rappresentare la sensibilità del parlamento nei confronti della necessaria ripartenza del cinema in presenza, a cominciare proprio dai giovani talenti che incontriamo oggi, le cui opere sono state premiate in piena pandemia, solo in modalità virtuale, e che non hanno avuto l’opportunità di un incontro dal vivo in sala cinematografica.”

Presente all’evento la Presidente dell’Accademia del Cinema Italiano – Premi David di Donatello Piera Detassis, che ha ricevuto dagli organizzatori un riconoscimento speciale per il contributo offerto allo sviluppo ed alla promozione dei giovani talenti del cinema italiano: “Questi quattro anni ai David sono il coronamento della mia passione per il cinema italiano. L’attività dei David non vuole limitarsi a una serata: vogliamo promuovere la formazione di un pubblico per il cinema italiano sempre più attento e consapevole. Il cinema italiano ha bisogno di far sentire con forza la propria voce.”

Sottolinea la necessità di rafforzare una promozione sempre più efficace del cinema italiano all’estero il responsabile delle relazioni internazionali di Anica Roberto Stabile: “Questanno abbiamo intenzione, in collaborazione con la Farnesina, di utilizzare le opere connesse ai Premi David per la promozione all’estero dell’audiovisivo italiano e far conoscere ovunque questo festival che merita di essere apprezzato anche al di fuori dei nostri confini”.

Dello stesso parere il Capo Ufficio per la promozione culturale e gli istituti italiani di cultura del Ministero degli Esteri Filippo La Rosa: “Dobbiamo rendere i David famosi all’estero così da poter veicolare il cinema italiano nel mondo con questo brand. Il sistema pubblico deve accompagnare con forza maggiore i giovani: su di loro bisogna investire e guardare al futuro in maniera nuova”.

Tra i partecipanti il regista di “Anne” – miglior cortometraggio 2021 – Domenico Croce e la produttrice Francesca Andriani; per “Inverno” di Giulio Mastromauro – miglior cortometraggio 2020 – Bruno Falanga, autore delle musiche e il montatore Gianluca Scarpa.

A loro e agli altri artisti presenti è stato consegnato uno speciale riconoscimento da parte dell’intergruppo Cinema: lo hanno ritirato, in rappresentanza delle troupe delle cinquine selezionate nel 2020 e 2021, la regista de “Il Nostro Tempo” Veronica Spedicati; Danilo Arena, attore protagonista “L’oro di Famiglia” di Emanuele Pisano; Olga Torrico, regista “Gas Station” e la direttrice della fotografia Eleonora Contessi; Silvia Lorenzo, attrice protagonista di “Unfolded” di Cristina Picchi; Lorenzo Ceci, compositore musiche di “Shero” di Claudio Casale.

Il rappresentante della Fondazione Fellini per il Cinema, Federico Grandesso, ha dedicato il proprio intervento agli autori: ”Abbiamo intenzione di portare nel nostro centro culturale alcuni dei film che vedremo oggi e ospitare alcuni dei registi. La nostra fondazione è anche in Svizzera in cui la comunità italiana è molto forte. Sarà un piacere iniziare questo percorso che potrà continuare negli anni successivi”.

All’incontro con le istituzioni è seguita la proiezione in sala dei corti selezionati nel corso delle scorse due edizioni dei Premi David di Donatello e promossi dalla Giornata Mondiale del Cinema Italiano, l’iniziativa che, a partire dal 2020, punta a dare visibilità internazionale alle opere dei giovani registi e di celebrare i grandi maestri del cinema italiano con il supporto della rete consolare e degli istituti italiani di cultura nel mondo.

L’evento è stato trasmesso in diretta dalla pagina Facebook della Giornata Mondiale del Cinema Italiano; i cortometraggi proiettati in sala sono disponibili on demand sulla piattaforma Raiplay.

Condividi su: