di Isabella Terruso

 

Dopo aver debuttato a Rimini, presso il Teatro degli Atti lo scorso Dicembre, ha fatto tappa nella città di Palermo il 19 Marzo 2022 al Teatro Fontarò “PIS&LOV “.

Uno spettacolo di teatro danza a cura della compagnia Il Tempo Favorevole in collaborazione con il Comune di Rimini, Mulino di Amleto Teatro di Rimini, L’Attoscuro di Montescudo – Monte Colombo, Fara Editore, realizzato con il contributo della Regione Emilia Romagna.

Sul palcoscenico Veronika Aguglia, Marinella Freschi, Barbara Martinini, spaziano tra oggetti simbolici, videoproiezioni e luci.

Le tre danzatrici si relazionano con le riprese aeree realizzate da Davide Venturini e le videoproiezioni realizzate da Luca Di Bartolo e Barbara Martinini, quest’ultima anche regista, in collaborazione con  Welcome to Sant’Antioco e Visit Sant’Antioco.

«PIS&LOV» è l’inno mondiale dei conflitti dissolti, ma nell’accento nostrano, scritto come si pronuncia, assume il tratto ironico e inebriante che può trasformare anche l’amarezza in festa.

La cifra coreografica dialoga con la storia dell’arte, la videoproiezione e le musiche, composte da Francesco Guerri, in una scena totale dove il femminile genera ruoli reversibili che spaziano dall’onirico al reale.

Lo spettacolo si snoda attraverso diverse storie che parlano di abbandono, vissute in stanze simboliche e claustrofobiche e in ultimo si indaga e si sperimenta la caduta, sia spirituale che fisica, del corpo.

Sul palco le performer rappresentano molti caratteri; ironici, surreali e grotteschi, che ricordano anche le atmosfere del primo Almodovar, e al contempo tratti più profondi, in particolare nella rilettura de « La voce umana » di Cocteau.

 «PIS&LOV» vuole raccontare storie d’amore, ma anche di sofferenza, racconta l’io, la solitudine ma al contempo il rapporto con l’altro.

Lo spettacolo riesce a toccare, con empatia, il cuore del pubblico, toccando corde tra le più intime e profonde dello spirito di ognuno di noi.

Condividi su: