di Tonino Pinto *

 

Alla Mostra d’Arte cinematografica di Venezia un applauso di dieci minuti ha sottolineato il consenso del pubblico al termine della proiezione del quarto film Italiano in concorso ufficiale Freaks Out di Gabriele Mainetti, e ai protagonisti di un film che conferma, come ha sottolineato il Direttore artistico del festival Alberto Barbera in una lunga intervista concessa a Quarta Parete, lo stato di grazia del cinema Italiano, ed oggi, abbiamo finito di vedere  alla proiezione per la stampa, il pubblico lo vedrà stasera America Latina diretto dai fratelli Fabio e Damiano D’Innocenzo, autori di un thriller psicologico di forte emotività, interpretato dal bravissimo Elio Germano arrivato in laguna in t-shirt nera,  jeans e giacca di pelle nera. Cosi dopo il successo di Favolacce i fratelli D’Innocenzo portano in gara un film carico di pathos costruito attorno alla figura di Massimo Sisti, un dentista affermato, sposato con due figlie che dovrà’ rimettere in discussione tutta la sua vita.

Bella, anticonformista, elegantemente sobria, fascino immutato nel tempo dei suoi innumerevoli film, il pubblico del Festival ha accolto con una standing ovation l’attrice americana Jamie Lee Curtis,  premiata con un Leone d’oro alla carriera e il suo ultimo film Halloween Kills presentato fra gli eventi speciali.

E alla Mostra che non smette di affollarsi soprattutto di pubblico, oggetto della caccia dei fotografi e cineoperatori che la cercano in uno degli esclusivi hotel di Venezia, la star numero uno della musica e dello schermo Jennifer Lopez, compagna del bel Ben Affleck che assieme a Matt Damon vedremo domani sullo schermo del Palazzo del Cinema, protagonisti dell’attesissimo film di Ridley Scott, The Last Duel .

Ieri sul red carpet fra gli ospiti anche il regista Ferzan Özpetek e le attrici Ambra Angiolini e Cristiana Capotondi e ciliegina sulla torta è arrivato anche il regista premio Oscar Gabriele Salvatores, impegnato nelle riprese del suo nuovo film che sta girando fra il Lido e Venezia interpretato da Toni Servillo, già da giorni protagonista di ben tre film e in odore di premio, Domani tutti in fila dalle otto per vedere fra gli ultimi film del concorso Un altro mondo del francese Stéphane Brizé.

 

* Critico cinematografico e letterario, giornalista, dal 1976 inviato speciale RAI (TG1, TG2, TG3, TG3 Regionale, Rete Uno, Rete Due, Rete Tre) per Cinema, Spettacolo, Costume.

 

Condividi su: