di Roberto Berlini


Sabato 20 novembre si è tenuto nel Piccolo Teatro San Pio la premiazione della VIII edizione del concorso letterario nazionale Cinquecento parole organizzato dall’associazione Spazi all’arte. La cerimonia è stata preceduta dallo spettacolo teatrale Intelletto d’Amore per l’idea e la regia di Francesca Livigni in collaborazione con Anna Carrera.

Nel quartiere Giardino di Roma al Piccolo Teatro San Pio è andata in scena lo spettacolo “Intelletto d’Amore”: protagonista era Dante Alighieri (interpretato da David Marzullo) e le donne della sua Divina Commedia. Divertente l’intervista a Beatrice (interpretata da Denise Villani) da parte di Giovanni Berlini, che si è occupato anche della scenografia. Spiritosa ma anche piena di patos Monica Lugini nei panni di Francesca da Rimini e il suo amore impossibile. Degna di nota è stata anche Cristiana Stazzonelli e la sua Pia de’ Tolomei. Avvicinandoci alla nostra epoca, Rossella Nardini ha portato in scena la storia della scienziata polacca Marie Curie, e Valeria Sciunnach la triste vicenda della coraggiosissima Franca Viola. Tra balli ed efficacissime coreografie, coadiuvate da proiezioni, Eleonora Allegretti ha raccontato la storia della rapper e attivista afgana Sonita Alizadeh.

Giovanni Berlini e Denise Villani in “Intelletto d’Amore”

La seconda parte della serata ha visto sul palco la premiazione del concorso letterario Cinquecento parole indetto dall’associazione Spazi all’Arte. Quest’anno il premio era dedicato al Sommo Poeta in occasione dei 700 anni dalla sua morte. Il tema di questa VIII edizione era “Amore non è violenza”. Ogni concorrente ha potuto partecipare al concorso con un massimo di due racconti inediti non più lunghi di cinquecento parole (e da qui il nome della competizione).

Il primo premio Spazi all’Arte è stato vinto da Martina Angelini con il racconto “Frammenti”, il secondo premio da Giulia Scianna con “Alba” e il terzo premio ex æquo da Paola Gaspardis con “Tre volte amore e tre volte violenza” e da Francesca Berti con “Una spiga di grano”. Il premio giovani penne Spazi all’Arte è stato vinto da Matthew Corsetti con il racconto “De Militia Amoris”. Nell’iniziativa sono state coinvolte numerose associazioni del territorio, e ognuna ha partecipato premiando un partecipante del concorso letterario.

L’Associazione Donatori Volontari dell’Ospedale G.B. Grassi di Ostia ha premiato Gianluca Marini con il racconto “Non è amore se ti fa male”, l’Associazione Sostegno Onlus ha premiato Gabriele Andreani con il racconto “La corriera per il nulla”, l’Associazione Clemente Riva, ha premiato Annalisa Sorce con il racconto “Così lo capirà”, l’associazione Ostiaedintorni.it ha premiato Maria Lucia Tarantino e il racconto “La farfalla con un’ala sola” e infine l’Associazione Prodeitalia ha premiato Martina Mazzocchi e il racconto “La casa”.

Tutti i racconti pervenuti per il concorso sono confluiti nell’antologia “L’Amore non è violenza” edita da Spazi all’Arte.

Condividi su: