Aspettando la Festa del Cinema di Roma

Dopo Cannes, Giffoni ragazzi e la Mostra D’Arte Cinematografica di Venezia, finalmente la grande notizia(malgrado le isterie fasciste degli ultimi giorni):  quella della riapertura al cento percento dei teatri e delle sale cinematografiche.  Fra pochi giorni dal 14 al 24 ottobre al Parco della Musica di Roma si inaugura la 16a edizione della Festa del Cinema, una festa e non un Festival perché questa vetrina diretta da Antonio Monda, non è competitiva e non si avvale di una giuria internazionale, ma i giudizi sui film saranno espressi unicamente dal pubblico che decreterà il vincitore. Festa del Cinema anche quest’anno condizionata dal Covid, proporrà tanti blockbuster e film di nicchia di prossima uscita nelle sale, ma soprattutto sarà una Festa dedicata ai grandi eventi ed incontri live con lo star system nazionale ed internazionale come le attesissime masterclass con i registi Tim Burton e Quentin Tarantino che riceveranno il prestigioso Marc’Aurelio d’oro alla carriera.

Tanti gli attori e le attrici da Hollywood presenti tra i quali Angelina Jolie e Johnny Depp che presenterà il 17 ottobre all’Auditorium della Conciliazione Puffins, un magnifico e spettacolare cartoon, ospite della sezione “Alice nella città” per un masterclass che è già sold-out.  Si parla tanto anche dell’anteprima di Tapis Roulant che segna il debutto alla regia di Claudia Gerini e fra le curiosità’ in pre apertura vedremo anche Io sono Babbo Natale, l’ultimo film interpretato dall’indimenticato Gigi Proietti diretto da Edoardo Falcone.

Tante le prenotazioni per il film d’apertura The Eyes of Tammy Faye” diretto da Michael Showalter e interpretato da Jessica Chastain, madrina di apertura della Festa. Il film racconta la storia vera nell’America degli anni ottanta di una popolarissima televenditrice cantante Tammy Faye che in America ebbe una straordinaria popolarità’ seguita da scandali, cadute e definitiva redenzione. Fra i film in anteprima vedremo Belfast diretto da Kenneth Branagh, mentre per le pellicole di casa nostra meritano una citazione Una notte da dottore di Guido Chiesa e Anima bella di Dario Albertini.  Ma è solo un piccolo anticipo di un cartellone ricco di titoli e di sorprese che vi racconteremo nei prossimi giorni.

* Critico cinematografico e letterario, giornalista, dal 1976 inviato speciale RAI (TG1, TG2, TG3, TG3 Regionale, Rete Uno, Rete Due, Rete Tre) per Cinema, Spettacolo, Costume.

Copyright © 2020 All rights reserved.