Settembre ricco di impegni per il regista Daniele Salvo che dopo il grande successo del “PROMETHEUS” di Eschilo a Cipro, sarà il direttore artistico di “Amenanos Festival” al TEATRO ANTICO DI CATANIA e dirigerà “Venere e Adone” al Gigi Proietti Globe Theatre

La stagione teatrale 2021/2022 si prospetta ricca di impegni per il regista Daniele Salvo che dopo il grande successo del “PROMETHEUS” di Eschilo a Cipro, sarà il direttore artistico di “Amenanos Festival” al TEATRO ANTICO DI CATANIA.

Il festival avrà inizio il 16 settembre con un doppio appuntamento: alle 19,30 Ugo Pagliai e Melania Giglio saranno i protagonisti della lettura “VOLUSIANO – Dramma spirituale di un magistrato del IV secolo vissuto nella villa del Casale di Piazza Armerina” di Vittorio Malfa. Alle 20,30 andrà in scena “ELENA TRADITA” di Luca Cedrola da Euripide con Viola Graziosi e Graziano Piazza regia Graziano Piazza, produzione Teatro della Città. Il 17 settembre alle ore 19,30 andrà in scena VENERE E ADONE di William Shakespeare con la regia di Daniele Salvo. Lo spettacolo sarà in scena anche dall’ 1 al 5 e dal 9 al 12 settembre al GIGI PROIETTI GLOBE THEATRE di Roma. “Il poema Venere e Adone è in egual misura comico, erotico e commovente – scrive Daniele Salvo nelle note di regia – la Venere di Shakespeare è passionale, una dea innamorata e pazza di desiderio. Adone è un giovane bellissimo che le sfugge e preferisce i piaceri della caccia a quelli dell’amore, sia pur divino… L’esercizio della Poesia è una prova di resistenza alle difficoltà quotidiane e all’indifferenza degli uomini…Ci sono uomini come William Shakespeare che hanno combattuto la superficialità, la stupidità, l’arbitrio e la violenza quotidiana, con la forza della Parola. E di questa parola “luminosa” vogliamo godere, attraverso questo privilegio unico, sonoro e poetico, tentando di superare le assurdità della vita contemporanea…”

Il 18 settembre alle 19,30 debutterà “ACHILLE ED ETTORE : LA MORTE DELL’EROE” dal canto XXII dell’Iliade di e con Alfonso Veneroso, produzione BIS3000.

Alle 20,00 seguirà “PROMETHEUS” di Eschilo con la regia di Daniele Salvo che sarà in scena anche il 19, 20 e 21 settembre alle 19,30 (il 20 settembre lo spettacolo sarà visibile in streaming negli Stati Uniti). “Il mito di Prometeo parla di noi, della condizione umana, della sua labilità, della sua duplicità, della sua ambivalenza e ci ricorda che il senso ultimo della nostra condizione è proprio il fatto di essere effimeri – afferma Daniele Salvo – In questo momento di perdita di valori e di ideali, di degradazione e superficialità assoluta, di mancanza di dei e Titani, di incolmabile tracotanza umana, è assolutamente necessario confrontarsi con la parola antica, tentare di decifrare il riverbero luminoso proveniente da quelle stelle ormai scomparse, fermarsi sul ciglio della voragine, attendere, guardare la luce e riflettere sui nostri destini futuri. Per un istante. Solo per un istante”.

“CASSANDRA – ILIO IN FIAMME” da “Troiane” di Euripide, seduta drammatica a 7 voci, sarà in scena il 22 settembre alle 19,30, a cura di Daniele Salvo. Con: Selene Gandini, Alfonso Veneroso, Marcella Favilla, Barbara Capucci, Simone Ciampi, Elvio La Pira, Daniele Salvo. Musiche di Marco Podda. Produzione Kairos A.C.

Il 23 settembre alle 19,30 debutterà “Cicerone e i Siciliani contro Verre” – duemila anni di potere corruzione e giustizia. di Marco Tullio Cicerone, regia di Alfonso Veneroso, produzione Cardellino. Seguirà alle 21,00 lo spettacolo ”IL CAPPIO DI GIOCASTA” adattamento e regia Berta Ceglie, produzione Alf Leila.

Il 24 e il 25 settembre dalle 16,00 alle 19,00 andrà in scena il “Festival dei giovani”.

Il 24 alle 20,45 debutterà “Lysistrata” di Aristofane, regia di Valentina Ferrante e Micaela De Grandi, produzione Banned Theatre.

Il festival si concluderà il 26 settembre con “Dionysus – Le Baccanti “ da Euripide – Seduta drammatica a 6 voci a cura di Daniele Salvo. In scena alle 19,30 Daniele Salvo, Alessandro Albertin, Marcella Favilla, Giulia Galiani, Francesca Maria, Simone Ciampi. Produzione Fahrenheit 451 Teatro.

Dopo il festival, moltissimi appuntamenti attendono Daniele Salvo. Ad ottobre debutterà “LA NOTTE DELL’INNOMINATO” di cui Daniele Salvo cura adattamento e regia, con protagonista Eros Pagni in prima nazionale assoluta; lo spettacolo,  tratto da I Promessi Sposi di A. Manzoni, sarà in scena dal 19 al 31 ottobre al PICCOLO TEATRO DI MILANO  Teatro Strehler e poi in tournée in Italia.

Seguirà la regia di un’altra prima nazionale assoluta, quella di “LA DIVINA SARAH”  (da “Memoir” di John Murrel, Testo di Eric-Emmanuel Schmitt, anteprima Teatro Torbellamonaca dal 22 al 24 ottobre e dal 28 al 31 ottobre al Teatro Quirino di Roma, poi in tour nazionale con Laura Marinoni e Stefano Santospago).

Altri lavori che vedranno impegnato Daniele Salvo nella stagione 2021/2022 sono: “I SOGNATORI” (Vladimir Majakovskij, Sergej Esenin, Boris Pasternak, Marina Cvetaeva) in scena  a dicembre 2021 a Sulmona e a gennaio 2022 a Roma dove Daniele Salvo sarà anche in scena con Melania Giglio, Giacinto Palmarini e Daniele Ronco, e poi “CASSANDRA – in te dormiva un sogno”, il lungometraggio per il cinema “GLI ALTRI” da un romanzo di Michele Prisco, che si girerà in Puglia a novembre. Inoltre sarà impegnato come attore nel reading IL GRANDE INQUISITORE di Fedor Dostoevskij, l’11 novembre presso l’Ambasciata Russa (anteprima) e il 23 novembre a Teatro Off Off di Roma; un reading di e con Daniele Salvo e con Pavel Zelinskij.

Condividi su: