di Miriam Bocchino

 

Teatro India e Spazio Rossellini

 

dal 24 luglio al 2 agosto 2020

 

La Città agli Under 25: “Fuori Fuoco” per ripartire.

 

Si è svolta questa mattina, in diretta Facebook, la conferenza stampa di presentazione della VII Edizione di Dominio Pubblico_La Città agli Under 25, festival dedicato interamente alla creatività dei più giovani che si terrà dal 24 luglio al 2 agosto 2020 al Teatro india e allo Spazio Rossellini.

Il progetto, rivolto agli under 25, è di formazione e si rivolge a chi vuole cimentarsi come spettatore attivo in un percorso finalizzato alla produzione, alla promozione e all’ organizzazione di un festival multidisciplinare. Ogni anno l’evento è realizzato grazie a un gruppo di ragazzi che ne cura la direzione artistica e gli aspetti organizzativi e promozionali.

La conferenza stampa è stata introdotta e coadiuvata da Tiziano Panici, Direttore artistico della manifestazione, che ha evidenziato l’importanza che le istituzioni hanno ricoperto per il raggiungimento di questa nuova edizione, che si potrà svolgere grazie ai finanziamenti della Regione Lazio.

Il festival, infatti, secondo Miriam CiprianiDirettore Direzione Regionale Cultura, Politiche Giovanili e Lazio Creativo – rappresenta ripartenza e ripresa, non solo per la sua attuazione nel periodo di convivenza con il Covid – 19 ma, anche, perché uno dei luoghi il cui l’evento si terrà sarà lo Spazio Rossellini, recentemente ristrutturato e divenuto un polo dedicato alla creatività.

Luca Bergamo, vicesindaco della città di Roma, ha sottolineato, durante il suo intervento, come Dominio Pubblico, così come ogni progetto culturale, abbia una funzione di “costruzione della società”.

I rappresentanti di entrambi i poli culturali, il Teatro India e lo Spazio Rossellini, hanno dimostrato vivido entusiasmo, non solo per il festival in sé ma anche per la collaborazione al quale si è giunti tra le due realtà e per la possibilità, intrinseca nella manifestazione stessa, di rappresentare un ritorno allo spettacolo dal vivo, anche se con nuove fruizioni.

Come sottolineato da Tiziano Panici: “La nuova direzione artistica composta da 20 membri tra ragazzi e ragazze, così come tutta la settima edizione dell’evento è stata messa a dura prova da quello che il mondo intero sta vivendo da circa tre mesi. La pandemia globale ha inevitabilmente cambiato il modo di vivere di ciascuno di noi.”

L’evento si svolgerà, a causa delle restrizioni, anche, tramite live streaming (www.facebook.com/dominio.teatro), oltre che in presenza, con l’acquisto del biglietto e la prenotazione online al costo di 5 euro. Il festival sarà, infatti, un ibrido tra la fruizione in presenza negli spazi esterni del Teatro India in cui saranno programmati gli spettacoli teatrali, le performance, la musica dal vivo, le mostre e le installazioni e il live streaming nello Spazio Rossellini che ospiterà gli eventi di danza e teatro fisico che non potranno essere fruiti di persona (se non per un limitatissimo numero di ospiti) e che verranno trasmessi sul canale dedicato.  In live streaming sarà possibile assistere, anche, alla visione del programma “cinema”.

La manifestazione sarà articolata in 30 eventi: 7 spettacoli di teatro, 6 di danza, 6 eventi di musica dal vivo, 2 spettacoli di circo, esposizioni e installazioni di artisti visivi, 6 proiezioni di cortometraggi, 3 performance. Quest’ultima categoria è la novità di questa settima edizione, in quanto si è voluto dare maggiore “dignità” a un arte che “gioca” sull’ibrido.

Luca Ricci, ideatore del progetto Dominio Pubblico, nella conclusione della conferenza stampa, ha posto l’attenzione sul senso più intrinseco del festival. Il progetto, nato sette anni fa, in un periodo storico in cui le generazioni più giovani esprimevano spaesamento e disincanto per le poche possibilità che la società sembrava offrire loro, dimostra, tuttavia, come questo disagio è divenuto movimento e cambiamento: lo stesso che vuole offrire, ancora oggi, il festival nel trasmettere le competenze e le potenzialità dei più giovani.

Il tema di quest’anno, “FUORI FUOCO”, il cui manifesto è stato realizzato da KRAYONO, uno dei più noti pixel artist italiani, vive nelle parole di Luca Ricci: l’incertezza, la fragilità ma anche l’inespresso e la potenzialità.

 

Il programma completo è su: http://www.dominiopubblicoteatro.it/

Condividi su: