di Tonino Pinto *

 

Tre eventi illuminano la terzultima giornata alla Mostra d’arte cinematografica di Venezia che sabato conclude la 78° edizione. Il quarto film italiano in corsa per il Leone d’oro Freaks Out, diretto da Gabriele Mainetti, l’eccellente prova registica di Alessandro Gassman e il Leone d’oro alla carriera alla figlia d’arte Jamie Lee Curtis.

Diciamo subito che l’attesa per questo nuovo film del regista di Lo chiamavano Jeeg Robot non è andata delusa, un lungo applauso alla fine della proiezione riservata alla stampa foriero di sicuro successo, come avverrà sicuramente anche in quella di Gala questa sera nella Gran Sala del Palazzo del cinema.

Freaks Out costato tre anni di lavorazione, è uno spettacolare fantasy movie arricchito dagli spettacolari effetti speciali che omaggia anche tanti cult di registi come Fellini e Scorsese. Ambientato al tramonto dell’occupazione nazista nella Roma del 1943, narra le straordinarie avventure di quattro giovani circensi ebrei impegnati a salvarsi la pelle, che hanno il volto di Matilde Giovinazzo (Aurora), Pietro Castellitto (Cencio), Claudio Santamaria (Fulvio) e Giancarlo Martini (Mario), , tutti dotati di particolari poteri, scritturati per stupire nel piccolo circo di Israel interpretato da Giorgio Tirabassi durante il rastrellamento  nazista contro gli ebrei.

Un capolavoro che è soprattutto un grande romanzo di formazione, ma anche una riflessione sulla diversità, sulla sete di potere di Hitler responsabile dell’Olocausto, senza perdere la magia del cinematografo e del racconto che comincia proprio quando  in fuga dal circo distrutto dai bombardamenti, i quattro con Israel decidono di fuggire in America inseguiti tra mille avventure per ritrovarsi e  per non cadere con i loro poteri nelle mani dei nazisti che vorrebbero usarli  a scopo propagandistico. Ma è solo l’inizio… Un’ultima nota la riserviamo per la fantastica colonna sonora firmata con Michele Braga, dallo stesso Mainetti per la gioia anche di Giorgio Tirabassi, ancorché attore ottimo jazzista che abbiamo intervistato per Quarta Parete.

L’altra sorpresa sullo schermo della Mostra del Cinema arriva dalla Sezione degli Autori con il film Il Silenzio Grande opera prima dell’attore Alessandro Gassman, una delicata storia sul non detto fra padri e figli che dice il regista e siamo d’accordo con lui, riguarda ogni famiglia e ognuno di noi. Un bel film d’esordio come regista realizzato con la sensibilità’ di un autore maturo: ”Tutte le visioni del protagonista sono le mie” ha detto Alessandro Gassman .

La Mostra rende omaggio al grande regista Francesco Maselli e consegna il secondo Leone d’oro alla carriera all’attrice americana Jane Lee Curtis , la figlia dei celebri Tony Curtis e Janet Leigh, interprete di film come Una poltrona per due e True Lies,  a Venezia anche per presentare  Halloween Kills diretto da David Gordon Green, ultimo capitolo della saga  di Michael Meyers (il mostro) e Laurie, la baby sitter.

 

* Critico cinematografico e letterario, giornalista, dal 1976 inviato speciale RAI (TG1, TG2, TG3, TG3 Regionale, Rete Uno, Rete Due, Rete Tre) per Cinema, Spettacolo, Costume.

 

Condividi su: