di Roberto Berlini

 

Il 26 e 27 marzo 2022 all’Off/Off theatre è andato in scena lo spettacolo “È nata una zucca” interpretato da Alda D’Eusanio e scritto insieme a Ilenia Costanza. Fisarmonica il Maestro Nunzio Cleofe, selezione musicale e videoproiezioni Lorena Vetro.

Nello spettacolo teatrale “È nata una zucca” Alda D’Eusanio ha interpretato e raccontato la sua vita: dalla sua nascita fino al suo allontanamento dal Grande Fratello e il grande amore per i suoi animali, un cane e un pappagallo.

La vita di questa donna è stata veramente una grande avventura, che in questo spettacolo risulta ben scritta e interpretata. Buono il ritmo e gli aneddoti selezionati. Gli argomenti erano presentati in modo così chiaro, con titoli così accattivanti che pareva di vedere in scena la trasposizione di un libro biografico che spero che Alda D’Eusanio possa pubblicare presto. Per quello che abbiamo visto dal palcoscenico alle pagine di un libro il passo sarebbe veramente breve e verrebbe un’eccellente lavoro.

La narrazione era coinvolgente e per nulla autocelebrativa perché anche autoironica e schietta. Alda D’Eusanio ha fatto nomi e cognomi, dalla dirigenza Rai e la sua carriera nella televisione pubblica, all’amicizia con Bettino Craxi e più in generale il suo rapporto con la politica.

La scenografia di Ilenia Costanza e Enzo Piscopo ha proposto un salotto anni ’60 con poltroncine, lampada e libri. Una grande televisione d’epoca campeggiava alla destra del palcoscenico. Retroilluminato sapientemente, il piccolo schermo ha contribuito ad evocare, insieme all’audio originale delle trasmissioni, gli avvenimenti più significativi dell’ascesa nel mondo del giornalismo e della televisione della D’Eusanio.

Capitolo particolarmente interessante, affrontato in questo spettacolo, è stata la storia della Comunità di Santo Egidio che Alda D’Eusanio ha conosciuto in quanto giornalista. Con grande tatto, eleganza, e fedeltà storica, è stato così affrontato il problema della droga e della tossicodipendenza.

La narrazione è stata arricchita di piccoli intermezzi musicali ad opera della fisarmonica del M.o Nunzio Cleofe. Si è esibita con questo nobile strumento anche la stessa D’Eusanio che ha imparato a suonarlo grazie al nonno, e nel quale si è successivamente perfezionata all’Accademia di Santa Cecilia. Tra i brani proposti la celebre canzone tango di Maltos Rodriguez “La Cumparsita”. L’esecuzione ha subito portato il pubblico a respirare il clima campestre che la nostra protagonista ha vissuto nella sua gioventù.

Per concludere: “È nata una zucca” è stato uno spettacolo gradevole e veramente ben riuscito. 

Condividi su: