Interno camera e il dramma di tre fratelli

“Le cattive abitudini” al Teatrosophia

Al Teatrosophia, ha preso vita una storia drammatica che, con il suo finale inaspettato, ha lasciato il pubblico immerso in una profonda riflessione. La pièce, raccontata con un tono leggero e quotidiano, ruota attorno a tre fratelli e alle complesse dinamiche che intrecciano le loro vite.

Giacomo De Rose

I dialoghi, rapidi e spontanei, scorrono come un fiume in piena, rivelando la bravura degli interpreti: Giacomo De Rose, Jacopo Fazzini e Jacopo Neri. Il ritmo serrato della narrazione tiene lo spettatore incollato alla sedia, mentre si alternano momenti di comicità a scene di profonda drammaticità.

Proprio questo contrasto tra il leggero e il pesante, tra il riso e le lacrime, crea un effetto di grande impatto, spiazzando il pubblico e preparandolo ad affrontare la cruda realtà che si andrà a delineare.

Al centro della storia, infatti, emerge un rapporto tra fratelli complesso e sfaccettato, segnato dalla dipendenza mentale ed emotiva. L’unità dei tre, e il loro reciproco sostegno, si rivelano fragili e vacillanti, messi alla prova da un misto di amore fraterno, senso di dovere e sensi di colpa.

La pièce, con la sua delicatezza e la sua profondità, esplora le sfumature più intime dei legami familiari, mostrando come l’amore e il sostegno possano essere messi a dura prova dalle difficoltà della vita. Il finale inatteso lascia il pubblico con interrogativi aperti, invitandolo a riflettere sui temi universali della famiglia, dell’amore e della responsabilità.

Jacopo Neri, oltre ad essere il drammaturgo e il regista dello spettacolo, ha recitato nel ruolo di Luca, il più giovane dei fratelli. Jacopo Fazzini ha interpretato il fratello Marco, appena tornato a Roma da Parigi. Il colpo di scena ha come protagonista Davide, una figura ambigua la cui interpretazione da parte di Giacomo De Rose ha impressionato per la fisicità dei gesti e delle azioni. Gli scatti di ira si alternano a momenti di comica conversazione, rendendo il personaggio affascinante e complesso. I personaggi sono difficili da descrivere perché i loro contorni sono così vaghi e aperti all’interpretazione che lasciamo a voi il compito di giudicarne il ruolo all’interno della dinamica familiare.

Il testo teatrale ha vinto il premio Drammi di Forza Maggiore 2023, un riconoscimento più che meritato. La scrittura brillante e la costruzione dei personaggi sono state magnificamente portate sul palcoscenico, offrendo al pubblico un’esperienza teatrale intensa e coinvolgente. La regia di Jacopo Neri ha saputo valorizzare ogni dettaglio, confermando il talento e la versatilità di questo giovane autore e regista. Vi invitiamo a immergervi in questo dramma e a lasciarvi affascinare dalle sue sfumature e profondità.

Jacopo Neri e Giacomo De Rose

Lo spettacolo è stato inserito all’interno della rassegna Inventaria: La festa del Teatro Off arrivata alla sua XIV Edizione. Essa coinvolge quattro teatri della Capitale dal 10 maggio al 13 giugno 2024: Carrozzerie n.o.t (Ostiense), Teatro Trastevere (Trastevere) Teatrosophia (Piazza Navona) e TeatroBasilica (San Giovanni).

______________________________

Le cattive abitudini – drammaturgia e regia Jacopo Neri – con Giacomo De Rose, Jacopo Fazzini, Jacopo Neri – musiche originali Enrico Truffi – foto di scena: @Grazia Menna – Teatrosophia 7 giugno 2024 – Festival Inventaria

Foto di copertina: Giacomo De Rose, Jacopo Fazzini e Jacopo Neri

Teatro Roma
Elena Salvati

Il dolore ereditato

Il contesto sardo raccontato da Michela Murgia Bonaria e Maria sono madre e figlia cresciute insieme in un contesto sardo

Leggi Tutto »