Il futuro è già presente al Teatro Libero

dal 17 al 20 maggio 2023 prenderà il via la diciassettesima edizione del Festival Presente Futuro, al Teatro Libero di Palermo, dedicata alla creazione contemporanea emergente a prevalenza under 35. Luogo di incontro e di confronto tra diverse generazioni di artisti che si muovono ai bordi dei linguaggi performativi, il festival anche quest’anno volge sempre di più la propria attenzione alla mobilità internazionale, promuovendo sinergie e residenze con partner di diversi paesi europei. Con tre progetti fuori concorso, APRÈS LES CHRONIQUE di Nicolas Hermansen, progetto performativo della compagnia La [SIC], con il supporto di Fabra i Coats, Fàbrica de Creació e La Blanca Performance Art Lab, vincitore edizione 2019; GRUTA del Collectivo Beznei, Murelos (MEX) e “ROSAROSAEROSAE – La pelle delle immagini”, concept e coreografia di Sara Lupoli con Maria Anzivino, spettacolo di danza contemporanea, vincitore dell’ultima edizione 2022 del festival, prodotto da Art Garag con Korper, PianoBe, Théâtre des Calanques, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Napoli e Vincitore della scorsa edizione del Festival.

ph. Ufficio Stampa

L’edizione di quest’anno abbraccia progetti di danza, di performance partecipativa, nuova drammaturgia, esperienze di realtà aumentata, proponendo compagnie provenienti da Francia, Spagna, Svezia, Messico e da diverse regioni italiane. Partecipano Asterlizze TeatroEM+Associazione AtacamaCompagnia OltrenotteOcram Dance MovementNaprawskiMargot Theatre CompanyNanouk DanceT.S.O. Teatro Sotto Osservazione e Collettivo LunazioneColectivo BezneiPalabres PalabresErsilia DanzaDiaria.

Presente Futuro – afferma il direttore artistico del Teatro Libero Luca Mazzone – arriva alla 17esima edizione rispecchiando coerentemente la propria identità di contenitore rivolto al sostegno e alla promozione della creatività contemporanea emergente europea ed internazionale. Sostegno alla mobilità, residenze, produzione e circuitazione gli obiettivi che ci siamo posti negli anni e che abbiamo raggiunto soprattutto nelle ultime edizioni. Grande attenzione alla danza – prosegue Mazzone – alla performance e ai linguaggi meticci che sconfinano nelle installazioni artistiche. Sarebbe bello se questo Festival diventasse patrimonio della città di Palermo”.

Le partnership del festival si confermano con il Teatro San Materno di Ascona, che sosterrà la residenza di un progetto di danza, con il Festival Between the Sea di Atene per la residenza a Monemvasia, con l’Associazione Settimo Cielo e il Dipartimento Saras dell’Università La Sapienza di Roma 1 per un progetto di residenza da realizzare presso il Teatro Comunale di Arsoli; inoltre il primo premio Presente Futuro, che prevede un budget di produzione di 2 mila euro più quindici giorni di residenza al Libero e l’inserimento del progetto nella programmazione successiva del festival e/o della stagione del Libero. I Cobas in qualità di attenti spettatori, premieranno un progetto che abbia tematiche di carattere sociale con un budget di cinquecento euro.

Interessanti progetti che guardano al contemporaneo e alla ricerca, come ogni festival teatrale dovrebbe fare, si proietta verso gli spettatori e lo fa non solo fisicamente, attraverso la rottura della quarta parete, la mancanza di barriere tra pubblico e attori, ma anche attraverso le tematiche trattate, come sempre di grande impatto, attraverso la scelta delle compagnie, dei mezzi rappresentativi e di una commistione particolare tra teatro, danza e arti performative. Il Teatro Libero guarda al teatro per ragazzi con “SE LE API SONO POCHE” regia Emilia Guarino, Diaria, Piccolo teatro Patafisico, in un lavoro tra danza e teatro; alle donne con “GRUTA” del Collectivo Beznei e alla realtà aumentata con lo spettacolo “LA STANZA” di Giulia Ottaviano, Asterlizze Teatro, Torino / Teatri del Terraglio, progetto per un singolo spettatore con prenotazione obbligatoria.

Anche quest’anno il teatro Libero si conferma come una fiammella di speranza nel territorio della città di Palermo, dove andare a teatro fa bene, ci accresce, ci fa pensare ed emozionare, una piccola ma grande realtà … promette davvero bene quest’edizione di Presente Futuro e lo aspettiamo trepidanti.

TEATRO LIBERO PALERMO ONLUS | Centro di Produzione teatrale riconosciuto dal Mic | www.teatroliberopalermo.it | Ufficio Stampa Chiara Lizio

Cinema & TV
Tonino Pinto

Berlino über alles

Prosegue la rassegna continentale con un occhio attento alle storie di guerra e di pace (invocata) A pochi chilometri da

Leggi Tutto »
Teatro Roma
Elena Salvati

Elena, Elena, amore mio.

Il leggendario fascino femminile che incanta gli uomini e scatena le guerre Il personaggio mitologico di Elena, che ammalia i

Leggi Tutto »