di Ilaria Sambucci

 

 

Il 24 Marzo è uscita in Italia la piattaforma streaming Disney+ che racchiude film, serie televisive, documentari e tanti altri contenuti di intrattenimento di proprietà della The Walt Disney Company (Disney, Pixar, Marvel, Star Wars e National Geographic).

Il magico mondo della Disney – tra il suo ricco catalogo – propone “La Sirenetta Live”, un musical del 2019 prodotto proprio per celebrare il 30° anniversario dall’uscita del film di una delle fiabe che ha fatto sognare tante generazioni di bambini.

L’opera è stata prodotta da Done and Dusted e diretta da Hamish Hamilton, che è anche produttore esecutivo insieme a Katy Mullan, David Jammy, Raj Kapoor, Ian Stewart e Richard Kraft.

L’intero spettacolo si alterna con la proiezione di alcune scene tratte dal cartone originale. Questa è una novità assoluta che dà la possibilità allo spettatore legato alla tradizione di rivedere alcune parti del film originale che si mescolano ed amalgamano perfettamente con le scene del musical.

“La Sirenetta Live” viene introdotta da Jodi Benson, colei che nel 1989 ha dato vita alla voce di Ariel.  Subito dopo le luci si spengono e l’atmosfera creata in sala introduce lo spettatore nel mondo marino della principessa.

Colpisce il palcoscenico di forma non convenzionale, circondato dal pubblico, che durante lo show diventa parte integrante delle scenografie. Infatti lo spettacolo inizia con la partecipazione degli spettatori che svolazzano foulard azzurri e blu, per riprodurre in maniera molto originale l’effetto delle onde marine che circondano la maestosa nave del Principe Eric, troneggiante sul palco.

Atteso è l’ingresso in scena della Sirenetta Ariel, interpretata da Auli’i Cravalho. Auli’i esordisce con “Part of your world” nuotando in mezzo al pubblico insieme al suo migliore amico, Flounder, incantando la platea con la sua dolcezza, la sua particolare timbrica e la sua estensione vocale.

La voce della Cravalho l’avevamo potuta apprezzare già nel 2016 nel doppiaggio, sempre per la Disney, del personaggio di Vaiana (nel film d’animazione Oceania). Stavolta si è dovuta cimentare in una delle principesse più famose della storia Disney, riscuotendo nuovamente un enorme successo insieme a tutto il cast stellare di questo spettacolo: Shaggy nel ruolo di Sebastian, Graham Phillips in quello del principe Eric, John Stamos nei panni dello Chef Louis e Queen Latifah che interpreta egregiamente Ursula, la cattivissima strega del mare.

Tra i momenti più belli dello spettacolo sicuramente “Under the sea” cantata da Shaggy nei panni di Sebastian e “Le poissons”, ovvero la scena dello Chef Louis in cucina insieme ai suoi adorati crostacei. Anche in quest’ultima scena la partecipazione del pubblico amplifica l’impatto della scenografia. Infatti ogni spettatore agita a ritmo le proprie mani mascherate con grandi chele di granchio.

Sicuramente l’investimento per la produzione di questo musical è stato notevole ma allo stesso tempo vincente. Si è al cospetto di un’opera ben riuscita, unica nel suo genere e con un cast incredibile: danzatori, acrobati, cantanti e attori di altissimo livello, così come tutto lo staff tecnico che ha fatto un lavoro imponente per sostenere scenografie cariche di magia ed effetti speciali.  Uno show singolare, curato nei minimi dettagli che riesce a catturare l’attenzione dello spettatore per tutta la sua durata, circa un’ora e venti minuti.

“La Sirenetta Live” è in lingua inglese ma è possibile visionarlo con i sottotitoli in numerose lingue, tra cui l’Italiano. Ciò non altera il potere di quest’opera di incantare lo spettatore di qualsiasi fascia d’età trasportandolo in una travolgente atmosfera marina.

Condividi su: