di Giulia Pernaselci

 

Dal 4 al 6 marzo 2022 all’Altrove Teatro Studio ha esordito “Siamo Dei” interpretato da Riccardo Ballerini, maestro d’arte drammatica e fondatore della compagnia The Company, che dopo il successo al Globe Theatre è stata voluta da Michele Placido al Teatro Tor Bella Monaca.

Dal 2006 l’attore ha avvalorato la sua dedizione nel lavorare nello spettacolo divenendo responsabile dei laboratori teatrali in contesti psichiatrici alla Casa di Cura San Valentino e per i DSM dell’ASL RM1 di Roma.

E’ questa attenzione verso i disturbi mentali che ha ispirato Riccardo nella saggia scrittura, la premurosa regia e la selezione delle impetuose musiche di sottofondo, di Siamo Dei. Lo spettacolo è il racconto trascendentale del Mito di Fetonte, del Minotauro, dei Dioscuri e dei loro comportamenti stranianti che sfiorano il limite della follia.

Nelle tenebre indebolite dal fuoco di una candela, un narratore avvincente passa la parola a un medico rassegnato spostandosi da destra nella parte opposta del palco. E’ la postazione dove un tavolo e un microfono anni ’50 sono di sostegno alla lettura delle cartelle cliniche dei “pazzi” pazienti, che termina con la scoperta del proprio futuro percorso riabilitativo.

Abiti da donna, gestualità confuse ed espressioni verbali contraddittorie entrano in collisione con la linearità delle regole del buonsenso. Le stranezze portate in scena si ridimensionano in rituali che stemperano l’inettitudine di personaggi un pò all’avanguardia, i quali stimolano nello spettatore un inatteso effetto di stupore.

Le abitudini degli Dei si lasciano conoscere in fasi del tutto attuali, ma richiamano l’antichità. L’avanzare del tempo legittima la presenza delle stesse attitudini in forme viventi più evolute. Nessuno di loro può definirsi cattivo, ma solo il prescelto per confondere chi crede di avere una concezione precisa di cosa sia il bene e il male, di ciò che sia giusto e di ciò che invece sia sbagliato.

Condividi su: