Paperino fa 90 ma lui è più giovane che mai

Il papero più famoso del pianeta che continua ad attraversare intere generazioni celebra oggi il suo compleanno

Quando fece il suo debutto per la prima volta come personaggio secondario nel cortometraggio The Wise Little Hen il 9 giugno del 1934, lui il papero più sfortunato e maldestro del mondo non poté fare a meno di rubare i nostri cuori e naturalmente la scena.

Paperino

E allora l’universo colorato dello stato libero di Cartoonia a Burbank  dove è nata la Disney sulle colline di Hollywood, fra Lake City e la famosa Mulholland Drive è in festa, perché’ in questi giorni il suo popolo , fra torte di panna e cioccolata, panini riempiti di arcobaleno e fuochi d’artificio fatti di coriandoli multicolori, circondati da una nuvola di pappagalli che cantano in coro Happy birthday to you, festeggiano i novant’anni di Paperino, originariamente Donald Duck, eterno buontempone, il cugino meno furbo di Gastone, partorito dalla geniale matita di Walt Disney

E così per le strade di Cartoonia in festa è facile imbattersi in questi giorni, con un pizzico di fantasia in un ammiccante Betty Boop che apre  la sfilata seguita da una banda musicale dove è facile riconoscere Pietro Gambadilegno che suona un argenteo trombone e poi Popeye  con tanto di spinaci offerti dalla Paramount alle prese con il piffero, mentre ai tamburi e ai piatti, ecco  Bugs Bunny e Duffy Duck, divi della potente Warner Bros, sconfitta nel 1937 da grande Walt che decise di produrre Biancaneve, il primo cartoon a colori di Hollywood.

E così nella grande parata per il compleanno di Paperino, ci sono anche loro, i Sette nani al completo compresi Lucignolo e Pinocchio e tra  di loro eccolo avanzare altezzoso come al suo solito Topolino con i terribili nipotini di Paperino, Qui, Quo e Qua ideati da Al Tagliaferro alla prese con un carretto colmo di monete d’oro dove, quel tirchio di  Paperon de Paperoni (il nonno miliardario)  tra un tuffo e l’altro si accende un sigaro con un biglietto da cento dollari alla faccia dei poveri squattrinati.  E ancora su un trono trainato da tutti gli abitanti di Cartoonia, non passa inosservata la scandalosa Jessica Rabbit più sexy che mai, consorte birichina di Roger, il tenero coniglio bianco di Robert Zemeckis, ecco che appare il festeggiato, star fra le star che da quando è nato, diverte, emoziona, stupisce, bucando gli schermi dei cinema di tutto il mondo per la gioia di grandi e piccini: Paperino.

Attore consumato con ben 150 cortometraggi interpretati, oggi nel giorno del suo compleanno la Disney lo festeggerà pubblicando due cortometraggi classici appena restaurati diretti dalla leggenda Jack Hannah, che saranno trasmessi in streaming su Disney+.

Der Fuehrer’s Face

Una volta a Hollywood nella sede della Disney, dopo la scomparsa di “papà Walt”, intervistai il fratello Roy Disney che gli somigliava tantissimo che mi disse: «Paperino, è arrivato sullo schermo al momento giusto per gettare le basi di un mondo che durerà’ in pace e per sempre!».  E pensare che l’unico Oscar della sua carriera, Paperino lo vinse nel 1943, indossando pensate un po’ la divisa da nazista nel cortometraggio di propaganda bellica Der Fuehrer’s Face nel quale, contro la sua volontà’ era costretto a servire a tavola Hitler e Mussolini, salvo poi scoprire (fortunatamente) che era solo un incubo. Oggi con te caro Paperino a spegnere quelle candeline sulla tua torta ci siamo anche noi di Quarta Parete. Auguri!

Teatro Roma
Elena Salvati

Il dolore ereditato

Il contesto sardo raccontato da Michela Murgia Bonaria e Maria sono madre e figlia cresciute insieme in un contesto sardo

Leggi Tutto »