di Roberto Berlini 

 

Si è conclusa il 28 ottobre la V edizione di Non è mica da questi particolari che si giudica un cantante, una competizione canora che ha visto come vincitore il brano “Non è mica il vento” del cantautore Daniele De Gregori che si è esibito con un suo gruppo. Sono intervenuti come ospiti della serata gli artisti Emanuele Colandrea e Luca Guidi.

Da quattro giorni dopo venti mesi ha riaperto L’asino che vola, celebre locale romano noto per l’alto profilo artistico delle manifestazioni che propone. Nel ricco cartellone di quest’anno segnalo l’evento del 28 ottobre che ha visto la serata finale della V edizione della competizione musicale Non è mica da questi particolari che si giudica un cantante.

La serata ha visto sul palco i dieci finalisti che hanno interpretato dei loro brani inediti scritti per l’occasione. In ordine di apparizione si sono esibiti: Carlotta Candida Nola (voce e pianoforte), Leo Tenneriello (voce e chitarra), Alis Mata (voce e chitarra) ed Edy Paolini (voce e pianoforte). Ha partecipato telematicamente – tramite una registrazione proiettata in sala – Marcobalto (voce e piano) seguito questa volta dal vivo da Maks (voce) accompagnato da Marco Pignatiello (chitarra). A concludere questa prima parte dello spettacolo è intervenuto come ospite il cantautore Emanuele Colandrea (voce e chitarra) che ha proposto al pubblico tre suoi brani.

La manifestazione è proseguita con l’esibizione dei restanti concorrenti in gara: Pindarus (voce e chitarra), Sempreio (voce e chitarra), Daniele De Gregori (voce e chitarra) in gruppo con Lorenzo De Angelis (chitarra), Gabriele Conti (basso) e ultimo ad esibirsi è stato Massimo Bartolucci (voce e piano).

La giuria era di grande livello e vedeva i nomi di Luca Iacovelli, Igor La Fontana, Alessandro Sgritta, Saverio Gerardi e Valerio Zelli i quali si sono ritirati per deliberare. Ad allietare il pubblico in questa trepidante attesa è intervenuto il secondo ospite della serata Luca Guidi (voce e chitarra): un ex cantautore che aveva partecipato già precedentemente a questa competizione.

Il verdetto è stato il seguente: al terzo posto Massimo Bartolucci, al secondo posto Carlotta Candida Nola, e al primo posto Daniele De Gregori e il suo gruppo con la canzone “Non è mica il vento”. Il brano era tra i più attenti alla melodia ed aveva un vago sapore estivo e country. Il cantautore ha avuto tuttavia dalla sua il fatto di cantare con un vero e proprio gruppo: al contrario, gli altri concorrenti erano accompagnati al massimo da un ulteriore strumento, oltre a quello che suonavano cantando. L’interpretazione di “Non è mica il vento” si avvaleva, nel ritornello, anche della voce dei componenti del gruppo rendendo certamente la canzone più penetrante per via dell’effetto coro. Evidentemente il regolamento ha permesso questa dinamica, ma sarebbe stato più interessante, per una competizione di cantautori, limitare il numero di interpreti per ogni singolo brano.

Condividi su: