Le parole di Dante al Teatro Argentina

Teatro Argentina 

domenica 24 ottobre ore 11 



LE PAROLE DI DANTE

Il Paradiso. LA BEATITUDINE

 

lectio introdotta da Paolo Di Paolo

Con Luca Serianni e Claudio Strinati

al violoncello Marco Simonacci


 
il ciclo Le parole di Dante è parte del progetto Dante a memoria ideato e realizzato dal Teatro di Roma

con il sostegno e la collaborazione del

Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri

contributi musicali di Roma Tre Orchestra


Il Teatro di Roma presenta al Teatro Argentina domenica 24 ottobre alle ore 11 la lectio Il Paradiso. La Beatitudine, terza del progetto Dante a memoria che ha contribuito a celebrare la figura e la vita del sommo poeta nel settimo centenario della morte.

Paolo Di Paolo introdurrà l’incontro aprendo uno spazio sulla straordinaria eredità linguistica dantesca filtrata nel parlato contemporaneo; lo studioso Luca Serianni affronterà la rappresentazione della beatitudine nella Commedia attraverso un’analisi dei personaggi «Rappresentare la beatitudine è più difficile che non rappresentare la pena: la prima è una condizione costante e immutabile di tutte le anime, la seconda varia per intensità e modalità ed è condizionata dal vissuto dei singoli dannati». Infine Claudio Strinati parlerà delle celebri illustrazioni che Sandro Botticelli eseguì per la Divina Commedia, e in particolare delle «immagini (disegnate) inerenti al Paradiso e alla rappresentazione della luce divina che Dante riesce in qualche modo a descrivere e che assorbe ogni ulteriore possibilità di visione».


Realizzato dal Teatro di Roma con il contributo e la collaborazione del Comitato nazionale per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, Dante a memoria ha proposto una analisi delle tracce dantesche nella cultura contemporanea, e in particolare nel linguaggio artistico e teatrale. Il progetto ha attraversato la stagione del Teatro di Roma nell’anno dedicato al poeta, con un calendario che si è articolato in un ciclo laboratoriale con le scuole superiori di Roma e del Lazio; un ciclo di lectio affidate a studiosi e studiose; l’impresa performativa di Giorgio Colangeli, che ha regalato al pubblico l’esperienza di vivere nella Commedia.


Tra il 15 novembre e il 13 dicembre torna infatti al Teatro Argentina L’impresa fantastica dell’attore Colangeli, nove appuntamenti con Giorgio Colangeli, tra i pochissimi ad aver imparato l’intera Divina Commedia a memoria: Il 15, 21 e 22 novembre Inferno; il 28 e 29 novembre e il 5 dicembre, il Purgatorio; infine il Paradiso il 6, 12 e 13 dicembre.


Il Teatro di Roma completa la serie di iniziative dedicate a Dante Alighieri in questa stagione con Dante, in sua presenza. Vostra parola disïata vola, 15 dicembre al Teatro Argentina, promosso dal Comitato Nazionale per la celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, rivolto – soprattutto – ai ragazzi e alle ragazze delle scuole che si avviano verso la fine dell’anno scolastico. Un appuntamento, diretto da Giorgio Barberio Corsetti, in cui percepire ancor più da vicino la presenza del poeta tra le maglie della nostra cultura contemporanea.

A renderlo possibile, le voci degli attori e delle attrici dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, che interpreteranno una selezione di brani tratti da Dante Alighieri, Samuel Beckett, Jorge Luis Borges e Edgar Lee Masters, in dialogo con il professor Carlo Ossola, che metterà in luce la contemporaneità di Dante e la sua influenza sulla letteratura e le arti. Il flusso di parole della serata sarà accompagnato dalla musica dal vivo di Mimosa Campironi.

 

info promozione@teatrodiroma.net 

 

Green Pass Obbligatorio 

L’ingresso in sala è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19 e di un documento d’identità valido.

Il personale di sala verificherà le certificazioni.
 

Copyright © 2020 All rights reserved.