di Sara Formisano

 

CortiCulturalClassic 2021, serata conclusiva del Festival dedicato ai cortometraggi di giovani autori che vogliono raccontare temi legati al territorio. Il tema di quest’anno

CortiCulturalClassic 2021, giunto alla serata conclusiva lo scorso sabato 25 settembre 2021 presso il cortile del Palazzo Comunale di Palma Campania alle ore 19,30. Si è svolta la serata conclusiva del Festival con l’assegnazione del premio al miglior cortometraggio. L’evento ha chiuso una tre giorni di proiezioni pubbliche dei corti arrivati in finale, con l’assegnazione dei premi destinati alle diverse categorie in gara. CortiCulturalClassic è a cura dell’Associazione Napoli Cultural Classic e dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Palma Campania, retto da Elvira Franzese, con la collaborazione delle associazioni culturali del territorio e degli studenti di cinematografia dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. La direzione artistica è dell’attore, autore e regista Massimo Andrei con la regia tecnica di Lorenzo Maffia.

Il tema di quest’ultima edizione era sulle abitudini alimentari e si è prediletto il rapporto tra cinema e cibo. La serata è stata presentata dall’attrice Sarah Maestri accompagnata dagli attori Carlo Caracciolo, Adriano Falivene, Antimo Casertano, Orazio Caputo, Luca Riemma, Marco Ciotti, Manuele Morgese, Danilo Arena, Mario Claudio Cesario, Danilo Arena e con i musicisti Giovanni Block ed Eduarda Iscaro e con la partecipazione straordinaria di Andrea Sannino.

La premiazione ha caratterizzato un’occasione per ritrovarsi e tornare agli eventi live. I festival dedicati al cortometraggio come CortiCulturalClassic poi sono un modo per conoscere nuovi talenti cinematografici che potrebbero un giorno fare il salto al film lungometraggio.

L’apertura della serata ha visto un omaggio al premio Oscar Nicola Piovani, eseguito dall’artista Eduarda Iscaro con la fisarmonica che ha incantato il pubblico in sala.
È intervenuto Andrea Sannino, conosciuto ed amato per la sua musica ma noto al grande pubblico per la sua collaborazione che. ha stretto con il cinema negli ultimi anni. In questo momento, infatti, il cantautore è in sala con il brano Ciente rose, presentato nel corso della serata e che fa parte della colonna sonora del film Benvenuti in casa Esposito, tratto dal romanzo di Pino Imperatore.

Il premio Miglior Costume è stato assegnato a Giulia Pagliarulo per Doroty non deve morire. Il premio per la Miglior Scenografia è stato assegnato a Nello Petrucci per L’ultimo whisky con il cappellaio matto. Il premio per la Miglior Sceneggiatura è stato assegnato a Ernesto M. Censori, Emiliano Ligas, Cristiana Regini per Ninnaò.

Segue il premio per la Miglior Fotografia vinto da Eugenio Cinti Luciano per Oltre i giganti di Marco Renda. Il premio come Miglior Attore non protagonista lo ha vinto Nicolò Galasso per Vegetariani.

Miglior Attrice non protagonista Serena Tondo per Doroty non deve morire di Andrea Simonetti.

Il Premio per la Miglior Musica è stato assegnato a Fulvio Cuccurullo per L’ultimo whisky con il cappellaio matto di Nello Petrucci.

Premio speciale per il miglior montaggio a Michele Saponara per il cortometraggio Deathmate.

Miglior attore protagonista Rocco Fasano per Deathmate di Luca Di Paolo premiato dal vincitore dello scorso anno l’attore Danilo Arena.

Donatella Finocchiaro e Angela Fontana vincono ex-aequo il Premio per la miglior attrice entrambe protagoniste del corto Ninnaò premiate dall’attore Andrea Di Maria.

Antonio Costa ha vinto il Premio per la Miglior Regia per il poetico Mother che ha vinto anche il premio speciale Vincenzo Russo assegnato dalle associazioni culturali di Palma Campania.
Infine, ultimo non per importanza, il premio per il Miglior Cortometraggio assegnato a Ninnaò di Ernesto Maria Censori.

Nel corso della premiazione sono intervenuti l’artista cantautore Giovanni Block e l’attore Peppino Mazzotta, intervistato dal direttore artistico Massimo Andrei per lo spazio cinema e al quale è stato assegnato il Premio Speciale per la Sezione Cinema d’Autore.

Condividi su: