di Tonino Pinto *

 

Ultimi film e ultime star alla Festa del Cinema di Roma che oggi chiude il suo sedicesimo percorso con successo di pubblico, malgrado le stringenti regole anti assembramento e che ha coinvolto non solo le Sale dell‘Auditorium Parco della Musica ma anche la Casa del Cinema nel cuore di villa Borghese e del Auditorium di via della Conciliazione a due passi dalla Città’del Vaticano. Ed e’ stato proprio Papa Francesco il protagonista sullo schermo in queste ultime ore,  interprete di una bella docuserie come Stories of my generation, ideato e diretto da Simona Ercolano ispirato al libro Sharing the Wisdon of time scritto da Papa Bergoglio in occasione del Sinodo dei Vescovi del 2018.

Quando e’scoppiata la pandemia” ha detto l’autrice,  “quel dialogo tra generazioni si e’trasformato in un documento eccezionale di meravigliose storie di chi era più fragile”. Ma la vera sorpresa e’stata proprio Papa Bergoglio intervistato nel documentario da padre Antonio Spadaro su che cos’é l’amore.

Solo quando e’ gratuito altrimenti non é amore“. Le piace il tango? Lo ha mai ballato? “Si certo” rispondendo con una grande risata. Insomma più che le domande la sorpresa sono state le risposte in tono divertito di Papa Francesco che hanno conquistato il pubblico divertito, sorpreso e commosso, suscitando  sorrisi di cuore e con lui sullo schermo tanti personaggi famosi e non a parlare di solidarietà di pace, di amore e di giustizia, fra i tanti anche Martin Scorsese e la figlia Francesca.

In queste ultime battute alla Festa del Cinema nell’accogliente Sala Petrassi, Tim Burton, il regista  di successi come Edward mani  di forbice e Batman  ha ricevuto il prestigioso Marc’Aurelio d’oro alla carriera sono tanti i film italiani di prossima uscita nelle sale a cominciare da “Una notte da dottore” di Guido Chiesa con uno strepitoso Diego Abantantuono e I fratelli De Filippo di e con Sergio Rubini che ieri ci ha rilasciato una bella intervista; film dedicato alla vita dei tre  fratelli De FilippoEdoardo,Titina e Peppino  eroi della commedia napoletana in teatro e sullo schermo.
In passarella e sullo schermo applausi per Carlo Verdone, regista della serie in dieci puntate 
Vita da Carlo. Con lui in un divertente percorso che riepiloga la vita ed i successi dell’attore romano fra gli altri anche Max Tortora e Monica Guerritore.

Oggi si chiude con la passerella di Angelina Jolie direttamente da Hollywood, testimonial di un cinema di successo, impegnata da sempre nella difesa dei diritti dei più deboli a suggello di  una Festa all’insegna del glamour e del pubblico tornato finalmente a godere di un bel film in una sala cinematografica.

 

* Critico cinematografico e letterario, giornalista, dal 1976 inviato speciale RAI (TG1, TG2, TG3, TG3 Regionale, Rete Uno, Rete Due, Rete Tre) per Cinema, Spettacolo, Costume.

Condividi su: